Una Mamma tra le Stelle!!

Inizialmente la festa della mamma cadeva l’8 maggio, finché non si decise di seguire il calendario americano che fa cadere la festività la seconda domenica di maggio. E’ una festa dai natali lontani, legata agli antichi culti della fertilità dei popoli pagani. Negli Stati Uniti, Julia Ward Howe, abolizionista della schiavitù e pacifista, nel maggio 1870, propose di istituire il Mother’s Day (giorno della madre), come occasione per una riflessione generale contro la guerra e i suoi orrori.

Nel 1914 fu ufficializzata dal presidente Wilson alla seconda domenica di maggio come pubblica espressione di amore e gratitudine per tutte le mamme e come festa di speranza in un futuro di pace. In altri paesi la festa è celebrata in date diverse, in Italia venne celebrata la prima volta nel 1957 ad Assisi nel piccolo borgo di Torbidetto dal parroco don Otello Migliosi.

In astrologia il pianeta che rappresenta la “madre” è la Luna.

L’astro d’argento, fra le tante simbologie, indica  il genitore femminile, la capacità di prendersi cura dei neonati. Ci fornisce la descrizione della nostra mamma, o meglio, di come la mamma appare ai nostri occhi di bambini piccoli, come percepiamo, quindi, la figura materna nella nostra vita, la madre reale e il nostro ideale di femminilità, la donna che vorremmo essere o la donna che vorremo amare. Nonché, è lei a fungere da modello di femminilità per le figlie, positivo o negativo, da imitare oppure da sconfiggere. Ed è ancora lei che fornisce ai figli maschi l’esempio con cui costruire l’immagine della donna ideale, nel bene o nel male, spingendoli a cercare una partner quanto più simile o quanto più diversa possibile dalla mamma.

NB:  Ovvio che, le mie sono indicazioni molto generalizzate, in quanto in un tema natale con una Luna nei Gemelli, questa stessa Luna non è identica per un tema natale in cui la Luna è nello stesso segno.. bisogna vedere in che casa cade, che aspetti fa con altri pianeti, quindi se è lesa o isolata o forma solo aspetti positivi e con quali pianeti.. ci sono una serie di sfaccettature di una Luna in Gemelli in VIII casa e di quella in I casa.. o una congiunzione Luna/Giove, diversa dalla congiunzione Luna/Plutone, etc etc….

Ora vediamo la Luna come si esprime o come la percepiamo se si trova in:

ARIETE: la Luna si trova nel segno di Marte, si tratta di una madre forte, una guerriera, dal carattere volitivo, battagliero, pronta a decidere su tutto, energica e magari anche un po’ invadente e mascolina. Sempre pronta ad affrontare sacrifici, a spostare le montagne, non si tira mai indietro. E’ una madre sempre in movimento, spontanea, schietta e sincera.

TORO: in linea generale è una madre con un grande senso di accoglienza, stabile, certa, sicura. Qui la Luna è legata a Proserpina, decimo pianeta la cui esistenza è stata ipotizzata da Lisa Morpurgo al di là di Plutone. Pianeta dell’utero femminile, delle messi e della fecondità, Proserpina è domiciliata in Toro ed è esaltata in Sagittario. Quando la Luna di una donna si trova in un segno fortemente legato a Proserpina, la casa non ha senso senza bambini. La mamma  costruisce un rapporto viscerale, emotivo, affettivo maturo e stabile. Ha un forte senso di accadimento. Semplice, accogliente, buona. Incide nella memoria della propria prole il desiderio di riprodursi nel modo più ovvio e sereno. E’ definita “la Grande Madre”, amata e ricercata anche dagli amici dei propri figli, diventando una suocera rispettata e una nonna meravigliosa.

GEMELLI: la Luna si trova nel segno di Mercurio, per cui la classica “Mamma per amica”, una compagna di giochi, sempre aperta e attenta a costruire una relazione basata sulla comunicazione e fiducia. Poco attenta alle regole da rispettare, poco impositiva sui comportamenti consoni da tenere in alcune situazioni. Insegna la libertà, a costruire legami liberi da nevrosi e a diventare adulti privi da ossessioni di controllo. Leggerezza, creatività, dialogo, complicità, ascolta le esigenze del proprio figlio senza interferire in modo autoritario, armonia e piacevolezza sono gli ingredienti principali tra madre e figlio.

CANCRO: il classico senso materno a 360°. Qui la Luna è domiciliata.  Un rapporto tra madre e figlio quasi dipendente, con grande coinvolgimento emotivo e di ansia, da creare una simbiosi difficile da sciogliere. Una mamma dolce, morbida, sensibile, portata a trascurare senza rimpianti il resto del mondo per immergersi in una deliziosa fusione con il proprio bebè, coltivando nella sua prole la tendenza ad abbandonarsi con oziosa fiducia tra le braccia del destino.

LEONE: è considerata la “regina della casa”, quindi la protagonista nella vita dei propri figli. Sempre disponibile, generosa, sfida il mondo per tutelarli, anche di fronte a situazioni irrisolvibili. Con arroganza e sempre “aver ragione su tutto”, dimostra un amore incondizionato. Vive i figli come parte di sé, la più bella parte e preziosa, di cui sentirsi orgogliosi.

VERGINE: qui la Luna è in caduta, quindi si pensa ad una mamma arida, incapace di tenerezze, portata ad esprimere la sua presenza solo attraverso impeccabili cure materiali. Una madre efficiente e precisa, capace prevalentemente di soddisfare tutte le esigenze materiali, pratiche, secondo un piano ordinato e meticoloso nel fare, nel dare e ricevere.  Non ci sono spazi per gli imprevisti, per il caos o il disordine. Attenta e puntuale nel curare le malattie, nel somministrare medicinali, per niente emotivamente spontanea.

BILANCIA:  meno sofferente, ma ugualmente carente di calore affettivo, è la Luna bilancina. Una mamma dolce, affascinante, ammaliante,  comprensiva, giudicante, composta. Educa al bello, privo di spigoli e tensioni, con uno stile di vita sobrio e raffinato, niente deve essere fuori posto. Attenta alle regole e ai canoni. Non usa le maniere forti per farsi rispettare, perché educa i figli al dialogo,  alla reciproca fiducia e ad una possibile mediazione in caso di dissapori o scontri.

SCORPIONE: la Luna si trova nel virile, oscuro e multiforme Plutone. Trattasi di una madre acuta, misteriosa, seducente, che non dà al suo bambino la sicurezza di cui ha bisogno, piuttosto lo coinvolge in un rapporto di eccitante complicità. Una madre intelligente, singolare, profonda, appagante, anticonvenzionale. Molto legata ai figli, quasi ad avere un controllo totale, anche solo per l’ansia di non vederli sbagliare e farsi del male.

SAGITTARIO: una madre sincera, spontanea, avventurosa, solare , a cui piace avere una sfilza di bambini. Una madre che funge da guida, da insegnante, che manifesta i suoi saperi con gran disinvoltura, tanto da sottovalutare l’emotività e l’unione madre-figlio. Nei suoi insegnamenti sono visibili sfaccettature di tipo culturali e sono   pronte ad indirizzare la prole su strade che  portano all’indipendenza e all’avventura.

CAPRICORNO: qui la Luna non è a casa sua, per cui manca quella tenera sensibilità. Piuttosto, è una madre forte, autonoma, indipendente, razionale, fredda, distaccata, per niente tradizionale. Ha una vocazione per il lavoro, dedita alla carriera, che mal concepisce l’idea di essere anche una madre. Ma quando ci si impegna sa essere concreta e affidabile, seria e rigorosa, rigida e autoritaria. L’emotività è carente, non vi è un contatto fisico, tenero e avvolgente. Fatica non poco a dimostrare calore e affetto, a mostrar tenerezza con disinvoltura, apparendo così impacciata.

AQUARIO:  una madre controcorrente, alternativa, imprevedibile, poco rassicurante. Libera e autonoma, insegna che la vita è piena di cambiamenti, per cui adattabilità e metamorfosi sono le prime parole che sentite da lei. Una madre che si mette subito in gioco, ma mai che si alzerà presto al mattino per preparare il pranzo o per dedicarsi ai figli. Non ha la mania delle pulizie, ma gioca con voi sulla tecnologia, anzi regala oggetti intelligenti che possano sostituirla.  Ottima consigliera e confidente, l’importante è rispettare le sue scelte, anche le più strane e di non violare i suoi spazi di libertà.

PESCI: qui la Luna è in esaltazione, un legame madre- figlio medianico, non c’è bisogno della parola per comunicare, ma servono intuito e affinità. Potrebbe essere assente dal punto di vista pratico, per nulla pragmatica. A volte si rifugia nel suo mondo dei sogni, per cui il figlio può avvertirla assente e poco reale. Comunque, una madre molto attenta ai bisogni dei figli. Tenera, dolce, si sacrifica pur di veder realizzare i sogni della prole.

Loredana Galiano

Lascia un commento